Pesata del 4 Maggio: Viaggiare sicuri e sazi.

Buon giorno signore mie e marito eccomi di ritorno dalla mia settimana culinaria a Napoli.

Ieri sono andata comunque alla riunione WW per costatare i danni avuti dalla mia permanenza a Napoli ed incredibile ma vero ho messo su solo 900 gr, secondo la Suprema!

In questa settimana mi sono concessa diverse colazioni al bar, con cornetto e caffè, mi sono concessa un paio di pizze ed un paio di fritture miste, mi sono concessa un bello spaghetto con le vongole fatto come Odino comanda, mi sono concessa diversi dolci la Domenica a pranzo, insomma ho davvero strafatto durante il giorno ed a cena invece ho cercato di non esagerare, mangiando uno yogurt o un’insalata. Ho camminato davvero tanto, ho usato le scale invece dell’ascensore là dove era possibile. La cosa che più mi ha fatto piacere è di aver affrontato tutti questi sgarri culinari con estrema serenità, senza sensi di colpa, consapevole del fatto che poi li avrei smaltiti, magari con un po’ più di tempo, ma li avrei poi tolti di dosso.  Ho cercato di assecondare il più possibile le mie voglie, soprattutto di cose che non trovo normalmente all’ estero,ma senza esagerare, comprendendo quali erano i miei desideri culinari reali e quali, invece, quelli dettati da ingordigia o noia. Raggiungere tutta questa serenità nel rapporto con il cibo per me è stato il VERO  traguardo, considerando che in altri tempi avrei mangiato molto di più, con più voracità e sentendomi poi in colpa per gli sgarri fatti.

Ho anche portato un pensierino alla Leader del nostro gruppo, lei infatti appena aveva saputo che sarei stata in Italia mi aveva chiesto di portarle un pezzo di Parmigiano! Si, avete capito bene, un pezzo di Parmigiano! Io sinceramente non ne ho nemmeno capito il motivo, visto che il Parmigiano qui a Dublino si vende in molti supermercati, ma boh… Io gliel’ ho portato lo stesso e nel consegnarglielo le ho detto “Nascondilo subito, sei in una stanza con molte persone affamate!!!”.

Altra cosa che secondo me ha contribuito a farmi bruciare rapidamente il cibo ingerito è stata la scarica di adrenalina avuta sul volo del rientro!

Questo è stato il mio primo volo che ho fatto completamente da sola e ciò mi metteva non poca ansia, io sono una di quelle persone che soffre di mal d’aria ed inoltre da brava fifona penso che tutte le sciagure possano capitare a me. Quando viaggio in aereo in mio soccorso viene la santa subito Xamamina, che oltre a farmi passare il mal d’aria, mi dà sonnolenza, quindi generalmente in fase di decollo io sono in uno stato peace and love  con il mondo e avviata verso le braccia di Morfeo.  Questa volta però, nonostante la Xamamina continuavo ad avere disturbi di stomaco subito dopo il decollo, questo perché l’aereo continuava a girare a vuoto in attesa di poter atterrare nuovamente a Napoli, infatti in fase di decollo avevamo investito uno stormo di piccioni e siamo dovuti riatterrare a Napoli per problemi tecnici al motore!  Tutto ciò però io non lo sapevo sino a quando il capitano non ha dato l’annuncio in inglese di cosa stesse succedendo. Tra il veglia ed il sonno, non ho realizzato subito che potevamo essere in pericolo, sino a quando non ho visto che l’equipaggio si disponeva in fase di atterraggio vicino le uscite di sicurezza, in quel momento me so’ scetat’ completamente ed ho pensato “Allor’ o fatt’ è serio!”. OMIODIOMIODIOMIODIO- NO PANIC -NO PANIC- OK PANIC!!!

Ho pensato che avevo due possibilità:

Scelta numero 1: Correre per tutto l’aereo gridando AIUTO AIUTO AIUTO SONO TROPPO GIOVANE ED ANCORA GRASSA PER MORIRE!!!

Scelta numero 2: Morire con dignità, cagandomi sotto si, ma interiormente ed addentando le frolle che avevo portato da Napoli per maritemo. In fondo mi ero tolta tutti gli sfizi culinari in quella settimana e lasciavo Pelù in ottime mani, quasi come fossero le mie, potevo andarmene sazia e serena!

Comunque, come Odino ha voluto sono riatterrata sana e salva  a Napoli e ci sono rimasta per altre nove ore, in attesa di un nuovo volo, che a quel punto ho preso con disinvoltura, anche perché nell’attesa m’er’ accattat’ nu bell’ cuorn’ grosso, perché come si dice “non è vero ma ci credo” è meglio viaggiare sicuri!

PicsArt_05-05-03.11.59.jpg

 

 

Annunci

One thought on “Pesata del 4 Maggio: Viaggiare sicuri e sazi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...