Pesata del 21 Dicembre: I wish you a Merry Christmas

Buona sera signore mie e marito!

Avrei voluto con questo ultimo post prenatalizio stupirvi con racconti speciali, fatti di party natalizi, creazioni di gioielli preziosi, riunioni post pesata piene di ilarita’, ma la triste realta’  e’ stata che in questa settimana mi sono beccata l’influenza con il “vomiting” che mi ha fatto somigliare alla versione natalizia della piccola Regan, cuore di mamma.

regan-fg

Nota positiva della vicenda e’ stata che grazie a due giorni di digiuno sono riuscita a perdere in questa settimana 1.6 kg!

Non essendo pero’ andata alla riunione WW non ho potuto prendermi gli ultimi brillantini per il mio alberello e non ho potuto gongolarmi con gli altri obesi dei risultati ottenuti, ma il mio alberello luccica gia’ dalla pesata scorsa, quindi indossate gli occhiali da sole per ammirarlo, perche’ signore mie questo Natale e’ il piu’ MAGRO per me da almeno sette anni a questa parte!

PicsArt_12-22-03.36.48

Ora voi vi starete domandando di cosa vi parlero’ in questo post-pesata se alla riunione WW non ci sono andata e se ho anche saltato il corso di gioielli.

Ecco, signore mie, spero che voi non stiate sottovalutando la mia loquacita’ (maritemo ne e’ testimone) e caperaggine (per chi non e’ napoletano e’ una parola dialettale che origina dal termine Capera -parrucchiera- che indica la capacita’ di apprendere notizie sulla vita del prossimo che ti circonda, in poche parole farsi i fatti degli altri!).

Ecco, queste due doti mi hanno consentito, prima di ammalarmi, di carpire succulente notizie, durante un incontro augurale con una mia amica Irish, sulle usanze natalizie Irlandesi.

Dunque signore mie prendete anche voi una tazzulella di caffe’ con me e statemi a leggere.

La mia amica Irlandese, il cui nome e’ tipicamente Irish ( Filomena!), mi ha spiegato che non usano festeggiare il 24 Dicembre come si fa da noi in Italia.

Non ci sara’ un enorme cenone ad attenderli, perche’ per loro il 24 cioe’ il Christmas Eve e’ un giorno di preparazione alla grande abbuffata del giorno di Natale.

Per gli Irlandesi il 24 e’ lavorativo, molti negozi saranno aperti per ventiquattrore di seguito, inoltre iniziano i grandi preparativi in cucina per il pranzo del giorno dopo, quindi al massimo la sera ci sara’ la solita cena ed una  grande ubriacatura nel pub locale perche’ tanto il giorno dopo e’ un giorno off dal lavoro e tutti i giorni che precedono un giorno off dal lavoro per gli Irlandesi sono giorni da bevuta seria, cioe’ quella che va oltre le tre, quattro pinte di Guinness solite! Se riescono ad uscire ancora camminando dal pub andranno poi alla messa di mezzanotte o a bussare alle porte degli amici per fare gli auguri, come fece l’anno scorso un nostro amico Irish che ci venne a dare gli auguri, durante la preparazione del nostro cenone all’italiana, ubriaco fradicio!

Un’usanza carina durante la notte della Vigilia di Natale e’ quella di lasciare una candela accesa alla finestra,per indicare la strada a Maria e Giuseppe verso la grotta e perche’ no, a chi ritorna ubriaco dal pub!

Altra usanza e’ quella, sempre nella notte della Vigilia, di lasciare la porta di casa senza chiuderla a chiave e del cibo in tavola, in segno di ospitalita’per il viandante bisognoso durante il suo pellegrinare notturno verso la grotta della Nativita’.

Si giunge tra sacro e profano dunque al 25 mattina.

Merry Christmas!!!

La mattina del 25 e’ il momento in cui si aprono i regali e si fa una sostanziosa Irish breakfast che li tenga sazi sino al pranzo di Natale.

Si andra’ alla messa del mattino e si finiranno i preparativi per il pranzo natalizio che, al contrario del suo nome, avra’ inizio nel tardo pomeriggio, cioe’ verso le cinque/sei e quindi in realta’ sara’ una “cena” .

Il pranzo irlandese, da come mi ha raccontato la mia amica, sara’ costituito essenzialmente dal tacchino e dal pezzo di arrosto di prosciutto di maiale (di cui mi ha dato la ricetta che prima o poi provero’ a fare!). Ci saranno diverse insalate e diverse verdure bollite o saltate nel burro, pane nero spalmato con il burro e tanto vino. (Ma voi ve lo immaginate un Irlandese a sopravvivere ai tre giorni 24-25-26 di abbuffate Italiane?! Secondo me morirebbero FELICI!).

A fine cena saranno serviti i tradizionali dolci natalizi di origine anglosassone.

Il Christmas Pudding : uno zuccotto preparato anche un mese prima fatto con frutta secca, frutta candita e tanto liquore, servito caldo ed accompagnato o da una pallina di gelato o da una crema liquorosa.

xmas_pudding

La Mince pie: una crostata contenente frutta secca e liquore (tradizione vuole che Babbo Natale ne sia ghiotto… e se ver’!).

1200px-mince_pie

La Christmas Cake: una torta dall’elaborata preparazione fatta con farina di mandorle, frutta secca, frutta canditi, e ricoperta poi da marzapane, una cosetta leggera che si conserva anche per piu’ di un mese, motivo per il quale gli Irlandesi ne preparano in abbondanza.

irish-christmas-cake-ireland-33139733-500-333

E per finire i piu’ conosciuti biscotti di Natale: Christmas Gingerbread

biscotti

Tutti i dolci sopracitati per fortuna non sono tra i miei preferiti per cui per me, che sono principalmente una golosa, non rappresentano una tentazione culinaria troppo rischiosa.

La cena di Natale si protrarra’ tra chiacchiere ed alcool sino a mezzanotte inoltrata.

Il giorno del 26, St. Stephen’s day, e’ un giorno di riposo, si mangiano gli avanzi e ci si disintossica dall’alcool, visto che il giorno dopo si ritorna a lavoro.

Per quanto riguarda il Natale mio e di maritemo, sara’ trascorso nella nostra casetta irlandese, forse  un po’ povero in cibo poiche’ quest’anno, rispetto ad altri, ci stiamo riprendendo entrambi da questa brutta gastroenterite influenzale, ma sicuramente sara’ ricco d’ Ammor’ tra noi due e tra noi due e Pelu’!

Ed e’ quello che auguro anche a voi signore mie un Natale pieno d’ AMORE!

Non importa che lo passiate con la vostra dolce meta’, con i vostri figli o con la vostra numerosa e casinara famiglia, se anche doveste passarlo voi sole, con una pizza ed una birra, oppure lavorando, NON FATEVENE UN CRUCCIO, siate GENTILI con VOI STESSE ed in queste FESTE, concedetevi lacrime e sorrisi, abbracci e sbuffi, desideri e speranze.

Ricordatevi mie adorate che Natale e’ solo una data sul calendario e come viene cosi’ se ne andra’, ma quello che restera’ SARETE VOI e L’AMORE che dimostrerete per VOI STESSE.

I wish you a Merry Christams with all my love!

Annunci

2 thoughts on “Pesata del 21 Dicembre: I wish you a Merry Christmas

  1. Ma pure noi polentoni nordici non festeggiamo il 24! La sera si deve andare a letto presto per non rischiare di incontrare Babbo Natale, altrimenti i regali diventano cenere!!!! Quindi letto presto, bambini che alle sei saltano sul letto dei genitori per farli alzare, perche per il motivo detto sopra (si sa mai che babbo natale fosse in ritardo..) bisogna andare in soggiorno in fila genitori davanti e figli dietro! E poi pranzo di Natale, pero’ non cosi’ tardi come qui!
    Un abbraccio da noi e dai cani!
    Francesca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...