Tra Capo e Stomaco: gli imprevisti alimentari

Buona sera Signore mie e marito. Oggi parleremo un po’ degli “imprevisti alimentari” che vi possono capitare mentre siete a dieta. Ebbene sì, mie care, lo sapete molto bene, nonostante una cerchi di fare la brava, cucinare senza troppi grassi e fare un po’ di esercizio tutti i giorni, tra capo e collo, ma soprattutto nello stomaco, vi capitano “gli imprevisti alimentari”! Ma che song’ sti imprevisti, vi chiederete voi. Me lo sono chiesto anche io ad una delle mie riunioni WW quando ha iniziato a parlarne la Leader, perché a me d’imprevisti sono successi solo chill’ co a machina! Ma non è così, se siete scrupolosi nel fare la vostra dieta, possono esserci circostanze, appunto imprevisti, durante le quali resistere ad una tentazione alimentare (e chiamateli sgarri, quali imprevisti!) diventa davvero difficile.

Ma quali sono gli imprevisti più pericolosi per chi è a dieta? Alcuni sono prevedibili, per esempio al supermercato c’è un momento in cui io accelero paurosamente il  passo e cioè davanti al banco dolci! Qua in Irlanda mettono in bella mostra croissant, scones, donuts, muffins. Tu prendi una bella busta alimentare, la riempi con ogni ben di Dio, vai alla cassa e paghi. Facile no?! Ecco, io davanti a quell’esposizione accelero mostruosamente, roba che se ho qualcuno davanti lo investo letteralmente con il carrello (in quel caso potremmo incorrere in un altro imprevisto, causato da un imprevisto alimentare! Potrei andare avanti con la storia della causa ed dell’ effetto almeno per le prossime tre pagine, ma ve lo risparmio). E’ pur vero che dopo la prima volta, quel bancone non è più un imprevisto, so che è là, so che mi chiama voglioso come le Sirene di Ulisse, ma io stoica resisto, armata della mia bella lista della spesa composta solo di cibi sani, tanta verdura e frutta, mi incaso con la capa dentro la lista a leggere cosa devo comprare e distolgo l’attenzione dal mio olfatto che come un segugio segue le tracce molecolari di tutta quella esposizione culinaria! Allora qual è un VERO imprevisto in cui possiamo incorrere per esempio al supermercato? Sono gli assaggi di cibo, per dirne uno. Il commesso che ti tenta chiedendoti se vuoi provare questo nuovo tipo di pizza o questo formaggio particolare e tu con la bava alla bocca gli rispondi “No, tenchiù!”  ma c’hai lasciato un litro di saliva là a terra! Altro imprevisto bastardissimo è capitato a me alla cassa. Ieri ero uscita indenne da un tour al supermercato, avevo comprato solo cose sane, frutta, verdure, il pane integrale, ho evitato i corridoi con i dolci, ma quando sono andata a pagare, alla fine, mentre estraevo la carta di credito, la commessa mi piazza sul bancone un pacco di ovetti di cioccolato ed un pacco di biscottini ricoperti anche loro di cioccolato, erano in omaggio! OMIODIOOOO, IL MIO TESSSSSORO! Ho pensato io, SIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII, me li mettono davanti e sono gratis! CHECULOCHECULOCHECULO!!!! Poi ho avuto un incredibile attimo di lucidità: MERDA, SONO A DIETA!  E mi sono vista con il mio culo grosso a pedalare per trenta minuti tutti i santi giorni, a bere mezza pinta di birra al pub, invece che farmene tre litri, a cucinare con l’olio spray invece di fare una bella spruzzata di olio come se non ci fosse un domani, a cucinare la “frittura” al forno, invece che annegarla in litri di olio bollente ed allora ho detto: “No, tenchiù, stong on a diet, non posso mangiarli…” Attimo di silenzio, la commessa mi ha guardato sconvolta ed io ho pensato: Oh my God, che le ho detto a questa in inglese, vuoi vedere che ho sbagliato un’altra volta a parlare??!! Poi invece mi ha sorriso e con grande ammirazione mi ha detto “Hai una grande forza di volontà!”. O ver’?! Ma forse si, o forse non ero abbastanza affamata, non so, comunque ho resistito alla mega offertona alimentare!!! I’m very proud of me, sta bbene!

Ci sono poi altri imprevisti alimentari a cui è difficile resistere per esempio vi regalano dei cioccolatini, tra poco arriva San Valentino e so cavoli vostri, signore mie, che siete a dieta! Oppure invitate qualcuno a pranzo e vi porta le pasterelle della domenica, mentre voi avevate preparato anche un dolcetto buono, ma ipocalorico.

In quel caso come si fa? Il trucco è nell’essere generosi e come dicono qua Share… condividi… in poche parole ricicla il regalo ( lo so, sono pessima, ma il concetto è quello,no?!). Portalo in ufficio e dallo ai colleghi e poi scappa mentre se lo mangiano, perché altrimenti hai la tentazione di mangiarlo anche tu! No, metterci il lassativo dentro NON SARA’ DIVERTENTE! Anche perché in realtà uno te lo puoi  mangiare anche tu eh, non è un cioccolatino che ti porterà a mettere su un kg, ma una scatola intera invece si. Allora condividi i regali rischiosi. Noi l’abbiamo fatto a Natale, perché tra capo e stomaco, ma con tanto ammor’, è arrivato il PACCO CALABRO dei miei suoceri. La cucina calabrese è rinomata per essere una delle più buone del sud Italia, ma quella di mia suocera, signore mie, è una cosa spettacolare, non a caso i risultati si vedevano tutti su maritemo. Ecco a Natale abbiamo avuto questo fantastico regalo, a cui però noi NON POTEVAMO adempiere come avremmo voluto, se lo avessimo fatto avremmo perso TUTTI i risultati ottenuti in tre mesi di dieta ed allora che fare? Fai felice gli amici Irlandesi e gli regali cibo calabro. Ancora si leccano i baffi loro e ci chiedono di tradurre la ricetta della Pitta ‘Nchiusa fatta con fichi e le noci, ma quella resta un segreto calabrese! Dobbiamo condividere le tentazioni, mica le ricette tipiche!

E parlando di ricette, ve ne lascio un’altra, così non sarete troppo tristi a cedere i vostri cioccolatini di San Valentino!

Questa è una ricetta per preparare dei mini cornetti dolci con dentro la marmellata, che ho preso da questo sito qui, ma ho riadattato gli ingredienti secondo la dieta WW e dimezzato la quantità, perché un altro errore di quando si è a dieta è il cucinare in abbondanza.  Essendo solo io e maritemo a mangiarli, se avessi usato le dosi classiche della ricetta avrei ottenuto numericamente il doppio di cornetti e quindi non avremmo mangiato solo un paio di cornettini a testa dopo cena o a colazione, ma almeno una decina a testa ed allora anche la ricetta più ipocalorica diventa ipercalorica, o no?!

Cornetti semplici, senza latte e uova, ottima anche per chi ha un’alimentazione vegana.

Con questa ricetta i punti Smart Point sono 2 per ogni cornetto, in tutto ne escono 12 cornetti.

120 gr farina 00

60 gr margarina light più 10 gr da spargere sopra prima d’infornare

70 gr Yogurt magro ( di soia se volete fare una ricetta vegana)

Un pizzico di bicarbonato

Un quarto di cucchiaino di lievito per dolci

Marmellata light senza zuccheri aggiunti

Unite la farina, alla margarina a temperatura ambiente (non sciolta!), allo yogurt, al pizzico di bicarbonato ed al lievito.

Mischiate sino ad ottenere una palla di pasta morbida. Stendetela su una spianatoia, io l’ho messa su della carta da forno per aiutarmi poi a stenderla e tagliarla. Una volta ottenuto il disco tagliatelo in 12 triangoli ed alla base di ogni triangolo fate un taglietto, in modo che quando lo arrotolerete otterrete la classica forma a mezza luna del cornetto. Metteteci dentro una punta di cucchiaino di marmellata, io ne ho usato di due tipi, all’arancia ed alle fragole, per la farcitura potete usare anche altro, crema, Nutella (secondo me con la Nutella sono favolosi ed usandone poca aumenta giusto di un paio di punti a cornetto, ma non l’avevo in casa, evito gli imprevisti alimentari del tipo: toh guarda, un barattolo di Nutella aperto!).

Una volta che li avete arrotolati metteteli su una teglia coperta da carta forno o dal tappetino in silicone (come ho fatto io) ed usate il resto della margarina per la superficie. Sulla teglia disponeteli ad una certa distanza perché crescono un po’ io ho fatto due infornate di 6 cornetti ognuna.

Cuocete a forno già riscaldato a 180 gradi per 20 minuti, aspettate che si intiepidiscano e poi usate giusto una punta di cucchiaino di zucchero a velo come topping. Sono davvero buonissimi, veloci e ipocalorici!

img_20170117_163757_498

 

img_20170117_163639_349

Enjoy!!!

 

Annunci

One thought on “Tra Capo e Stomaco: gli imprevisti alimentari

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...